Informativa

Contenuti

Il Tribunale di Bari ha accolto la nostra richiesta di ammissione della CTU contabile finalizzata a verificare l’usurarietà di un contratto di mutuo, prevedendo che nella sua attività il perito tenga conto di qualunque interesse, commissione, remunerazione o spesa, a qualunque titolo pattuita, nel pieno rispetto di quanto previsto dall’art. 644 c.p. e dell’art. 1 D.L. 394/2000, ivi inclusa, per la prima volta in assoluto, “la commissione di anticipata risoluzione conseguente ad inadempimento del mutuatario”. Un importante risultato per il nostro Studio e per quanti mirano a vedersi restituire le somme indebitamente versate alle banche

In caso di calamità naturale possono essere accordati alle imprese agricoli alcuni aiuti tra cui la proroga dei pagamenti delle rate dei finanziamenti ricevuti fino ad un massimo di ventiquattro mesi. In queste ipotesi le banche sono tenute a concedere la proroga

Nella vendita in conto visione l’acquirente, se entro un anno dalla consegna della merce non riesce a rivenderla, è tenuto a riconsegnarla al cedente o a pagarne il prezzo (art. 6, D.P.R. n. 633/1972). Se, però, nel frattempo la merce perisce (ad esempio per una rapina), l’art. 1557 c.c. prevede che “chi ha ricevuto le cose non è liberato dall’obbligo di pagarne il prezzo, se la restituzione di esse nella loro integrità è divenuta impossibile per causa a lui non imputabile”. Si tratta di una responsabilità oggettiva.

La Corte d’Appello di Napoli con ordinanza del 31 gennaio 2019 ha sospeso l’efficacia esecutiva di una sentenza del Tribunale di Napoli emessa al termine di un giudizio di accertamento negativo del credito rinveniente da un saldo di conto corrente. Nel giudizio di primo grado, a seguito di CTU contabile, il debito del correntista verso […]